Category Archives: Informatica

Un mese con Fedora 8…

Premetto che questa distribuzione non e’ durata per piu’ di un giorno nei miei PC/Laptops.

f8-banner-animation.gif

Con l’uscita di Fedora 8 mi ero promesso di “sforzarmi” a provare per almeno un mese, per vedere se era solo una questione di dipendenza personale da Ubuntu/Debian/APT oppure se esistono ragioni tecniche per le quali si puo’ affermare “Meglio Ubuntu”.

Bene, sono due giorni che sono su Fedora 8 e penso che non posso piu’ andare oltre, rischio esaurimento nervoso.

Percio’ addio mese con Fedora, e a breve una sfilza di dati, test, numeri, pro e contro che mi hanno costretto ad abbandonare questa distribuzione francamente “strana”.

Linux Day 2007 a Ragusa

Sabato 27 Ottobre, nella maggior parte delle citta’ italiane si terra’ il Linux Day, giornata nazionale dedicata a Linux e piu’ in generale al software libero.

log0ld2k7.jpg

Saro’ anch’io tra i relatori, alle ore 16.30 presso la sala consiliare del Comune di Ragusa.

Il mio talk sara’ orientato sulle difficolta’ e le problematiche di migrazione degli utenti a Windows Vista e alle nuove piattaforme hardware che includono chip di “Digital Rights Management”.

Ai partecipanti sara’ inoltre distribuita gratuitamente l’ultima versione di Ubuntu, ovvero la 7.10 (Gutsy Gibbon).

Per una lista dettagliata degli eventi delle altre citta’ consultate la pagina ufficiale del Linux Day 2007.
Per avere informazioni dettagliate sul programma che terremo a Ragusa visitate il sito ufficiale della nostra associazione, Solira.

Asus Eee, la nuova frontiera dei Mobile PC

Mobilita’, leggerezza, autonomia, connettivita’, prezzo e Linux. Con queste parole e’ possibile riassumere le doti di questo Mobile PC che Asus ha presentato al Computex durante il Keynote di Intel.

big_a1.jpg

L’idea di vendere a 199$ un portatile del genere (al pubblico e non ai poveri del terzo mondo che¬†secondo me¬†hanno altro a cui pensare) e soprattutto quella di utilizzare Linux¬†come sistema operativo, a me piace parecchio, e credo che se Asus sara’ seguita a ruota dagli altri produttori, contribuira’ a risollevare il mercato, un po’ smorto da anni¬†per mancanza di innovazione e per le politiche assurde delle grandi catene commerciali di informatica.

Una breve recensione e le caratteristiche dettagliate sulla configurazione hardware le trovate qui.

L’indicizzazione di Google sbarca sui desktop Linux

Questa settimana Google ha regalato a tutti gli utenti Linux “Google Desktop” un motore di ricerca per documenti, immagini, musica integrato con il sistema operativo.

logo3_beta.gif

Queste le funzionalita’:

  • Casella di ricerca rapida
  • Ricerca in Gmail e nella cronologia web
  • Molte tipologie di file
  • Risultati dettagliati
  • Indicizzazione intelligente
  • Integrazione con Google
  • Versioning dei file
  • Supporto multilingue

Beh, c’e’ da dire che io mi aspettavo una notizia del genere in quanto internamente a Google utilizzano Ubuntu Linux.

Inoltre mi trovo benissimo anche con la versione Windows di Google Desktop, l’indicizzatore e’ piu’ veloce di quello di Windows Vista, e molto piu’ stabile di Beagle e Tracker per Linux.

Mancano ancora i “Gadget”, ovvero i widget del desktop, gia’ presenti nella versione per Windows.

Per ulteriori informazioni e download vi rimando alla pagina ufficiale del progetto.

Dilettarsi con i temi di Gnome

Una serata di caldo afoso √® stata trascorsa con la mia ragazza a provare diverse possibili combinazioni di colore dei temi di Gnome. Avevamo iniziato seriamente la cosa, poi ci siamo lasciati andare fino ad osare le piu’ vivaci combinazioni. L’apice √® sicuramente stato raggiunto con il tema “Watermelon” dedicato alle voglie improvvise di una fetta ghiacciata di cocomero… i 38 gradi di oggi ci hanno condizionato un pochino ūüôā

Consigliamo vivamente il tema “Pink Pizza” ai piu’ modaioli/e!!!

Ice

Ice 

Rossino

Rossino

brownie.png

Brownie

Emi

Emi

Chocolate

Chocolate

Blungerine

Blungerine 

Pink Pizza

Pink Pizza 

Watermelon

Watermelon

Lasciate un commento (o un insulto) su quello che preferite.

Ambiente di sviluppo Java completo: Ubuntu+Eclipse

Ultimamente, causa studio, ho avuto la necessita’ di progettare e sviluppare software con Java.

Ovviamente la semplicita’ di Ubuntu mi e’ venuta incontro, infatti mi e’ bastato installare con Synaptic (Sistema->Amministrazione->Synaptic) i pacchetti seguenti, confermando le istruzioni a video:

sun-java6-jdk
eclipse

(installabili anche da terminale col classico “sudo apt-get install sun-java6-jdk eclipse“).

L’unico problema che ho riscontrato e’ stato il fatto che Eclipse, utilizza di default la Java Virtual Machine di GNU, e non quella della Sun.
Se volete utilizzare la VM della Sun, procedete come di seguito:

1) Aprite il Terminale (Applicazioni->Accessori->Terminale) e digitate:

sudo update-alternatives –config java

scegliendo il numero corrispondente alla voce /usr/lib/jvm/java-6-sun/jre/bin/java;
2) Modificate il file /etc/jvm:

sudo gedit /etc/jvm

aggiungendo la seguente riga in testa:

/usr/lib/jvm/java-6-sun/

chiudete e salvate;

3) Modificate il file /etc/eclipse/java_home :

sudo gedit /etc/eclipse/java_home

aggiungendo in testa la seguente riga:

/usr/lib/jvm/java-6-sun

Dopo un bel riavvio, Eclipse dovrebbe funzionare senza alcun problema utilizzando la Java Virtual Machine di Sun.

Ubuntu Feisty su Hp Compaq nx7400

AGGIORNAMENTO 3/12/2008 (Ubuntu 8.04) (Grazie bLax): √® possibile editare direttamente il file “/boot/grub/menu.lst” ed aggiungere in coda alle opzioni del kernel (defoptions) le voci i8042.nomux e i8042.reset:

defoptions=quiet splash locale=fr_FR i8042.nomux i8042.reset

Per Feisty continuate a seguire la vecchia guida…

Installando Ubuntu Feisty su questo ottimo notebook, ho notato che a fine installazione tutto era perfettamente configurato e funzionante … WiFi, Hotkeys, Effetti Desktop (Compiz) … tranne una cosa ūüėõ

Al ritorno dalla sospensione, tastiera e touchpad smettono di funzionare, causando uno “pseudo-blocco” del sistema.
“Pseudo-blocco” perche’ in realta’ il sistema ritorna correttamente dalla sospensione, come si puo’ notare loggandosi via ssh alla macchina.
Allora dove sta il problema?

Documentandomi su Google ho scoperto che il problema risiede nel controller i8042, che gestisce appunto tastiera e touchpad, il quale si blocca se non correttamente avvisato di “sospensione” e “ritorno”.
Questo controller si trova in molti altri portatili, Hp, Toshiba, Acer, che possono essere afflitti dal problema.

Mi e’ bastato scrivere due piccoli script da mettere nelle directory /etc/acpi/suspend.d ed /etc/acpi/resume.d per risolvere l’inconveniente.

Create il primo file chiamandolo 20-i8042-unbind.sh con il seguente contenuto:
#!/bin/sh
if [ -f /sys/bus/platform/drivers/i8042/unbind ]; then
echo -n "i8042" > /sys/bus/platform/drivers/i8042/unbind
fi

e salvate.

Create il secondo file chiamandolo 20-i8042-bind.sh con il seguente contenuto:
#!/bin/sh
if [ -f /sys/bus/platform/drivers/i8042/bind ]; then
echo -n "i8042" > /sys/bus/platform/drivers/i8042/bind
fi

e salvate anche questo.

NOTA: FATE ATTENZIONE AGLI APICI CHE NON POTREBBERO ESSERE INTERPRETATI CORRETTAMENTE DAL VOSTRO EDITOR.

Adesso da root copiate i due file creati rispettivamente nelle cartelle /etc/acpi/suspend.d/ ed /etc/acpi/resume.d/

Potete provare immediatamente il risultato.
Unica nota: al ritorno dal suspend la luminosita’ dello schermo e’ impostata al minimo, quindi e’ opportuno agire sui tasti funzione che controllano la retroilluminazione per riportarla ai livelli ottimali.

Un download manager, per dominarli tutti

Molti di voi si saranno trovati a scaricare via internet, col vostro browser preferito, grossi file e molto spesso ai piu’ sfortunati sara’ capitata una caduta di connessione al 99% dello scaricamento o magari il server da cui stavate scaricando non risponde piu’.

Bene, questa paranoia seguita da imprecazione, puo’ essere evitata utilizzando un download manager.
Un download manager e’ un software che gestisce gli scaricamenti HTTP ed FTP di file, introducendo ulteriori funzionalita’ quali il recupero dei download, la suddivisione del file in frammenti scaricabili in modo parallelo, lo scaricamento dei link esterni di una pagina web.
Gli smanettoni del mondo Linux conoscono il fantastico wget da linea di comando, i vecchi utenti Windows ricordano GetRight, che pero’ e’ shareware.

Ma esiste uno strumento a me sconosciuto fino a poco tempo fa, che e’ qualcosa di spettacolare. E’ una estensione del fantastico Mozilla Firefox, sviluppata da due italiani (Federico Parodi e Stefano Verna) che si presenta come “The first download accelerator for Mozilla Firefox”. Il suo nome e’ DownThemAll.

5.png

Essendo un estensione del browser, e’ multipiattaforma, vale a dire che gira su tutti i sistemi operativi (Mac OS, Windows, Linux, BSD, Solaris) e su tutte le architetture (x86,x86-64,PPC,Sparc).

Sottolineo il fatto che oltre ad essere di qualita’, e’ Open Source.