Kde 4 e l’usabilità…

…siamo sicuri che sia il giusto modo di procedere?

Smanettando su una macchina virtuale creata appositamente per testare gli sviluppi di Kubuntu Intrepid Ibex 8.10 ho analizzato diverse schermate del nuovo KDE 4.1.1.

La prima che vi propongo e’ quella relativa alla configurazione di Kontact, la suite PIM appena integrata nel branch 4.1.x di KDE:

A dirvi la verità mi sono trovato un po’ spaesato! Ed io che volevo solo configurare l’account di posta…

Questa invece è la schermata relativa alla scelta del layout di tastiera. Per impostare la tastiera italiana, un utente dovrebbe scegliere nell’elenco di sinistra la lingua, spostare la voce nell’elenco di destra e cambiare l’ordine dell’elenco di destra impostando come prima lingua quella appena passata. Un po’ scomodo no?

4 passi per impostare la lingua italiana? mmm…

Per il resto non ho notato ancora molto, ma vi prometto che vi terrò aggiornati. Comunque questo KDE4 mi dà ancora l’impressione di essere un continuo work-in-progress, e rimmarrà tale finche non metteranno un punto a livello di sviluppo di nuove funzionalità e cercheranno di rendere consistente e pulito l’ambiente allo stato attuale. Per il momento se dovessi consigliare ad un newbie di utilizzare Linux, l’usabilità, la semplicità e l’ergonomia di GNOME (da ieri alla 2.24) lo rendono attualmente il miglior desktop environment open source.

Vi lascio ancora con questa immagine secondo me *brutta* relativa alle icone della System Tray di KDE4. Faccio notare che questo “problema” persiste dalle primissime release alpha.

Resto in attesa di obiezioni, commenti eccetera…

3 thoughts on “Kde 4 e l’usabilità…”

  1. kde4 mi ha sempre lasciato perplesso.. fin dalla release 4.0 c’è stato un gran dire sul web, attese spasmodiche, il famoso countdown sulla home page del progetto…invece era ancora un cantiere aperto.A oggi a parte la correzione di vari problemi non è che sia andato avanti più di tanto. Anche il tanto discusso desktop semantico nepomuk non lo vedo molto integrato con il resto del desktop.
    Si si per ora mi tengo gnome!

  2. Ciao Salvo.. è da molto che non ci sentiamo…Spero che tu stia bene… Per quanto riguarda KDE 4 l’ho provato qualche settimana fa e devo dire di esser rimasto deluso… lento, poco intuitivo e la grafica davvero pesante… Quanto vale KDE3 … con quello mi sono trovato davvero bene e forse lo preferisco a GNOME (sono troppo affezionato a Dolphin per la gestione file, konqueror e amarok) … ho invece quanche problema nel visualizzare su firefox i video embedded mov (tipo dal sito apple)… problema che con gnome non ho riscontrato… avresti qualche soluzione ??? ho installato mplayer o xine ma non funziona benissimo…a presto

  3. Gent.mo Sittinieri, è da un po’ che desidero avvicinarmi al mondo Linux, ma vuoi perché sono troppo impregnato di Windows fino al midollo, vuoi perché l’hardware già in possesso non mi aiuta a passare dall’altra sponda perché sarebbe inutilizzabile. Fino ad oggi guardo Linux come un marito in compagnia della moglie quando incontra una bella ragazza: “di sbiego”. Però vorrei avere qualche avventura con Linux ed è questo il motivo per cui scrivo. Ho recuperato dal mio vecchio pc da tavolo ormai in disuso un hard disk da 20 GB, l’ho inserito in un case esterno dotato di collegamento alla porta USB del mio portatile e ora vorrei dedicare questo disco esclusivamente a Linux. In pratica, al momento dell’accensione se non è inserito il cavo del disco dovrà partire windows, se invece è inserito il cavo il pc dovrà avviarsi dal disco esterno con Linux. Desidero sapere se si può fare una cosa del genere e se è preferibile che io venga a Ragusa presso la vostra sede (di cui cortesemente mi indicherà l’indirizzo e gli orari in cui La posso trovare o meglio ci diamo un appuntamento). Il mio portatile è un Toshiba con 2GB di RAM, mentre le periferiche esterne sono una stampante hp deskjetF380 (che ho appurato che funziona con Linux) e il modem ADSL Digicom Michelangelo che pare non ne vuol sapere di mettersi a disposizione di Linux.
    Rimango in attesa di risposta che sarà molto gradita. Grazie
    NSantini

Leave a Reply